gnatologia2Quella gnatologica è la branca che si occupa della diagnosi e il trattamento dei pazienti affetti da bruxismo, disordini cranio-mandibolari e problematiche delle articolazioni temporo-mandibolari (ATM).

Nei centri HUMANADENT,il paziente, troverà la possibilità di essere inquadrato nella sua globalità potendo usufruire di indagini strumentali e competenze semeiologiche di massimo livello.

Il paziente infatti ,in prima visita, viene sottoposto a palpazione completa e capillare di tutte le componenti muscolo-articolari del distretto cranio-cervicale allo scopo di stabilire ed evidenziare le aree di principale sofferenza del malato e ricostruire attraverso specifici schemi di interpretazione neuro-muscolare la genesi, la strutturazione e l’evoluzione della specifica patologia.

Il tutto verrà registrato e conservato su personali cartelle cliniche gnatologiche.

In seconda battuta, il paziente viene sottoposto sia ad esame elettromiografico individuale della muscolatura masticatoria sia ad analisi posturale e di coordinazione muscolo-articolare.

Definiti i primi elementi della fase diagnostica, si passa alla realizzazione e consegna di bite gnatologici la cui funzionalizzazione individuale viene effettuata in relazione alle aree di ipertono della muscolatura facciale.

I pazienti vengono istruiti ad indossare bite gnatologici per periodi di tempo da definirsi caso per caso.

A questo punto tutti i pazienti sono sottoposti a controlli precisi e puntuali a cadenza mensile per periodi di tempo compresi tra i 4-6 mesi.

Al termine di questo periodo, i pazienti, raggiunto il miglioramento della loro sintomatologia algica, fanno due rx telecranio in proiezione latero-laterale con e senza bite gnatologico.

Dalla sovrapposizione delle due proiezioni verranno elaborati, attraverso l’utilizzo di software dedicati, specifici tracciati di misurazione cefalometrica, dai quali, assieme all’ausilio di modelli in gesso della bocca del paziente, si definiscono, sulla base di una diagnosi chiara, certa e precisa, i successivi step terapeutici variabili da caso a caso (ortodontia, protesi, chirurgia) ritenuti necessari alla stabilizzazione della componente occlusale e la risoluzione definitiva della patologia.

In riferimento a tutte queste ragioni HUMANADENT, certa di poter offrire al proprio paziente soluzioni definitive a queste problematiche e convinta dell’efficacia delle sue procedure diagnostiche-terapeutiche, riconosciute ed accettate dall’intera comunità scientifica internazionale, è pronta a donare ai suoi pazienti la possibilità, reale e concreta, di riappropriarsi a pieno titolo del loro equilibrio di vita che in queste patologie, purtroppo, risulta costantemente alterato da continui ed interminabili anni di sofferenza.