L’IMPORTANZA DI CURARE I DENTI DA LATTE
7 Maggio 2020
PONTE O IMPIANTI?
Impianti oppure Ponte fisso su denti naturali? Scopri la soluzione più adatta a te.
6 Novembre 2020

BITE GNATOLOGICO: COS’E’?

Il bite è un apparecchio mobile trasparente utile per correggere le malocclusioni dei denti e la dislocazione della mandibola. 

Grazie ad una semplice impronta dei denti è possibile realizzare su misura una placca che ricrea una occlusione ideale eliminando i precontatti.

Il nostro sistema muscolo-scheletrico e la nostra postura sono strettamente correlati all’occlusione dentale.

Da questo si evince come un’alterazione dell’occlusione dei denti possa determinare uno squilibrio dell’intero sistema muscolare e dell’Articolazione Temporomandibolare (ATM). 

Una Visita Gnatologica approfondita può evidenziare la presenza di malocclusioni, disordini all’articolazione o problematiche cranio-cervico-mandibolari responsabili di dolori al cranio e alla schiena.

 

IN COSA CONSISTE LA VISITA GNATOLOGICA?

La visita con lo gnatologo è indispensabile per raccogliere e analizzare dettagliatamente tutti i dati e la storia clinica del paziente in modo da individuare il reale rapporto cranio-mandibolare e l’eventuale presenza di problemi all’articolazione temporomandibolare. 

Durante la visita il medico specialista raccoglie una serie di dati riguardanti lo stato generale dell’occlusione, della funzionalità dell’articolazione della mandibola, i movimenti durante la masticazione. 

Raccogliere queste informazioni è indispensabile per pianificare il successivo piano terapeutico più idoneo al paziente.

Le patologie più comuni trattate dalla Gnatologia sono:

 

BRUXISMO E SERRAMENTO

SINDROME TEMPORO-MANDIBOLARE O ATM

MALOCCLUSIONE

Il Bruxismo è una parafunzione dinamica in cui i denti si sfregano tra loro con una forza elevatissima.

Tale condizione dipende da una contrazione involontaria dei muscoli masticatori e spesso accade durante il sonno causando dolore alla testa e alla mandibola.

La causa del bruxismo non è mai una sola, spesso possono concorrere a provocare il disturbo anche ansia, stress, problemi emotivi o psicologici oppure un disallineamento delle arcate dentarie (malocclusione). 

Il Serramento dentale invece è una parafunzione statica in cui i denti vengono stretti senza essere sfregati tra di loro.

Continui sfregamenti e serramenti possono provocare gravi danni alla struttura dei denti.

I denti sottoposti a continui sfregamenti possono scheggiarsi e diventare più sensibili al caldo e al freddo a causa della perdita dello strato di smalto.

Spesso il dolore alla mandibola, al collo e alla testa diventa insopportabile tanto da influenzare anche lo stile e la qualità di vita. 

 

L’alterazione dell’allineamento dell’articolazione Temporo-Mandibolare provoca movimenti mandibolari anomali. 

Il paziente spesso manifesta dolore all’apertura della bocca che riesce ad aprire solo parzialmente e a fatica. 

Il dolore può diffondersi anche a collo, testa, orecchie e volto e possono manifestarsi anche ronzii e vertigini. 

Alcune volte il paziente può improvvisamente sentire degli scricchiolii della mandibola durante la masticazione o in casi estremi un blocco della mandibola in seguito ad un banale sbadiglio. 

La visita con un medico specialista in gnatologia è indispensabile per valutare il corretto funzionamento dell’articolazione. 

I Disordini occlusali, ovvero un non corretto ingranaggio tra i denti superiori e inferiori della bocca può avere un ruolo importante sulla postura ed essere causa di dolori ai muscoli della schiena, delle spalle e delle gambe. 

Morso profondo

Si tratta di una malocclusione caratterizzata dall’eccessiva chiusura della bocca con la totale copertura dei denti anteriori inferiori da parte di quelli anteriori superiori.

La profondità deriva dall’azione eccessiva dei muscoli elevatori mandibolari durante la fase di crescita per cui lo scheletro facciale non si sviluppa adeguatamente sul piano verticale.

Morso aperto

IL morso aperto é una malocclusione caratterizzata dal non contatto dei denti in occlusione che lasciano uno spazio di solito occupato dalla lingua a riposo.

COME POSSO RIDURRE IL FASTIDIO?

Tentare di eliminare spasmi muscolari e dolore mediante la terapia del calore oppure assumendo rilassanti muscolari, antidolorifici o antinfiammatori da banco;

Ridurre gli effetti nocivi dello stringere o digrignare i denti indossando il bite realizzato su misura per voi e accuratamente modellato dal dentista;

Apprendere tecniche di rilassamento che aiutano a controllare la tensione dei muscoli nella mandibola. 

MEGLIO UN BITE MORBIDO O UNO RIGIDO?

I bite morbidi sono in silicone e sono consigliati esclusivamente a chi non presenta disfunzioni a livello di articolazioni o postura.

Possono essere utilizzati per l’arcata superiore o inferiore.

I bite rigidi sono di resina acrilica, materiale durevole nel tempo, realizzati su misura sulla base di una impronta dei denti del paziente.

Hanno funzione diagnostica e terapeutica e consentono alla muscolatura masticatoria di rilassarsi attenuando o cessando i più comuni sintomi che il paziente può manifestare come mal di testa, vertigini e dolori cervicali.  

POSSO USARE IL BITE DELLA FARMACIA?

È fondamentale una visita gnatologica per poter valutare la tipologia di bite più adatta per il paziente. 

Il bite presente al supermercato o in farmacia può andar bene in alcuni casi, come ad esempio un leggero digrignamento notturno dovuto a stress. 

In caso di dolore all’ATM, al collo e ai muscoli del viso, è necessario un BIte Gnatologico studiato su misura per ogni singolo caso. 

alt.[apparecchio invisibile]

COME POSSO PULIRLO?

Proprio perché il bite è un dispositivo che entra in contatto con la bocca e i denti è sempre bene non dimenticarne la pulizia giornaliera.

Una volta rimosso, dopo essersi lavati le mani, è fondamentale sciacquarlo sotto l’acqua corrente e strofinarlo bene con spazzolino e dentifricio, in modo che possa essere completamente libero da cattivi odori e da eventuali depositi di residui di cibo, germi e batteri, che possono portare poi alla formazione di macchie, placca, tartaro e carie nei denti.

Esistono in commercio anche dei prodotti disinfettanti per i bite

Si sconsiglia di utilizzare detergenti o acqua bollente o calda durante il lavaggio, che potrebbero danneggiarne il materiale.

 Prima di riporlo, bisogna assicurarsi che il bite sia completamente asciutto.

Alcune Testimonianze...

5/5
Ho sempre riscontrato massima cortesia, professionalità e puntualità negli appuntamenti avvicinandosi il più possibile alle esigenze del paziente. Ambiente molto accogliente ed igienicamente perfetto.
Professionalità, cordialità disponibilità.. Studio nuovissimo e pulitissimo. Non posso non segnalare la disponibilità e la sensibilità di chi sa di avere di fronte. Persone prima ancora che pazienti. Lo consiglierei sicuramente

Comments are closed.

Open chat