AGENESIE DENTALI

BRUXISMO
13 Febbraio 2020
ORTODONZIA INVISIBILE
10 Aprile 2020

AGENESIE DENTALI

L’agenesia dentale è la mancanza di uno o più denti fin dalla nascita.

I motivi per i quali l’embrione che da vita al dente non si sviluppa possono essere molteplici:

  • fattori genetici;
  • ambientali( diossine);
  • traumi;
  • infezioni;
  • problemi nutrizionali.

La mancanza di uno o più denti è un problema abbastanza diffuso.

Rappresenta un disagio estetico in quanto di solito vengono colpiti i denti più visibili ovvero gli incisivi laterali, inoltre può compromettere il giusto allineamento dentale creando affollamenti o malocclusioni che compromettono la masticazione corretta.

Per poter diagnosticare questa patologia basta una semplice visita dal tuo dentista di fiducia, il quale, grazie ad un esame radiografico come l’ortopanoramica, potrà vedere la mancanza dei denti oppure altre problematiche.

Molte volte infatti i denti non riescono ad erompere correttamente in quanto bloccati nell’osso (inclusi nell’osso) e in questo caso si deve intervenire ortodonticamente con specifici apparecchi.

Esistono diversi tipi di agenesia dentale, a seconda del numero e la tipologia dei denti coinvolti:

  • agenesia parziale o ipodonzia: assenza di uno o più denti, in numero inferiore a 6;
  • agenesia multipla o oligodonzia: assenza di più di 6 denti;
  • agenesia totale: assenza della dentatura permanente. Questa patologia, chiamata anche ablastodonzia, è quindi una conseguenza di un’agenesia dei denti decidui (agenodonzia) e, fortunatamente, è molto rara, e quasi sempre è correlata ad altre patologie di origine genetica.

Ci sono tre possibili tipi di intervento per curare un’agenesia:

  • l’inserimento di una protesi tradizionale al posto del dente mancante;
  • la chiusura dello spazio lasciato vuoto attraverso un intervento di tipo ortodontico;
  • l’intervento di implantologia.

Comments are closed.