I DENTI DEL GIUDIZIO
8 Gennaio 2020
AGENESIE DENTALI
4 Marzo 2020

BRUXISMO

Il bruxismo o digrignamento è uno sfregamento involontario dei denti causato dalla contrazione dei muscoli implicati nella masticazione.

La persona affetta da bruxismo spesso non sa nemmeno di soffrirne perché il fenomeno è più marcato durante il sonno e al mattino avverte una sensazione di dolore alla mandibola.

I denti nel tempo subiscono una progressiva usura, che appare come una limatura a livello dello smalto.

Nei casi più gravi può danneggiarsi la gengiva che letteralmente si scolla dal dente provocandone la mobilità e in alcuni soggetti, la raschiatura tra i denti avviene in modo così intenso da evidenziare la dentina, favorendo ancor più l’abrasione dentale e l’insorgere delle carie.

Il bruxismo, di solito, dura pochi secondi ma può manifestarsi più volte durante il sonno.

Il digrignamento dei denti, nei soggetti sani, è un modo per scaricare la tensione nervosa e lo stress accumulato durante la giornata, ma può essere dovuto anche ad una malocclusione della mandibola.

Recenti studi dimostrano una certa predisposizione familiare a questa tendenza, si è inoltre registrata una certa tendenza a manifestare il fenomeno in età adulta quando il bruxismo è già presente durante l’infanzia.

RIMEDI CONTRO IL BRUXISMO

Il bite è un rimedio molto utile per alleggerire i fastidi del digrignamento, creano uno strato di protezione tra i denti che ostacola la progressiva usura dei denti e ne facilita il posizionamento corretto in arcata.

I bite possono essere morbidi o duri e in commercio si trovano con misure standard vendute nelle farmacie oppure possono essere anche preparati su misura dal dentista che procede con la rilevazione delle impronte dentarie del paziente.

 

 

 

 

Comments are closed.